LA LUCE CHE ILLUMINO’ IL 1006
Anno 1006: una nuova stella appare in cielo. E’ così luminosa da essere visibile anche di giorno. E, forse, da permettere di leggere un manoscritto a mezzanotte senza accendere altre luci. Pochi giorni dopo si affievolì sino a sparire dalla vista. Solo da qualche decennio abbiamo scoperto che quella luce era in realtà una supernova, un’immensa esplosione stellare. Ma solo oggi abbiamo la conferma su che tipo di esplosione deve essere stata. I telescopi del Very Large Telescope in Cile, hanno svelato che da quelle parti c’è solo una grande nube di gas e nessun resto di stella. Questo significa che a esplodere non è stata una singola stella giunta al termine della sua evoluzione, perché in questi casi il nocciolo sopravvive e diventa una stella di neutroni o un buco nero. Non aver trovato alcun resto è invece il tipico caso di quando l’esplosione è dovuta alla collisione di due stelle nane bianche. Lo scontro ha fatto sì che le due stelle si fondessero tra loro formando un unico oggetto che è esploso senza lasciare residui. Nel 1006 ci si chiedeva se quel punto apparso in cielo fosse un segno buono o cattivo. Oggi ci chiediamo se avremo il tempo di vedere anche noi una nuova stella apparire in cielo e illuminare la notte come un faro acceso nell’oscurità.

UNA QUASI-LUNA PER PLUTONE
Plutone continua a far parlare di sè e con una certa frequenza. Lo scorso luglio, ad esempio, era stata annunciata la scoperta di una sua quinta, piccola luna. Ma le novità riguardanti Plutone e i suoi compagni di viaggio non finiscono qui. Oltre alle cinque lune, ovvero Caronte, Idra, Notte, P4 e P5 ci sarebbe anche quella che gli astronomi hanno definito una quasi luna. L’ogggetto, denominato Plutino 15810, ha un diametro di 250 km e si trova a una distanza considerevole da Plutone, circa 450 milioni di Km, e in realtà non gli è gravitazionalmente legato, quindi non è un suo satellite. Questo oggetto, tuttavia, nell’eseguire la sua orbita intorno al Sole, risente, assieme allo stesso Plutone, della presenza di Nettuno. Ogni volta che Plutone e la sua quasi luna completano 2 orbite intorno al Sole, Nettuno ne ha compiute 3: l’effetto di questa risonanza sul piccolo oggetto si traduce in un suo periodico allontanamento e avvicinamento al Sole. E quando, ogni 2 milioni di anni, incrocia Plutone sembra che gli spiraleggi intorno. Una complicato balletto gravitazionale che mette ancora l’ex pianeta al centro del palco, anche se si tratta di una luna fasulla.
ASPETTANDO LA COMETA
Pochi giorni fa, il 21 settembre, due russi hanno scoperto una cometa che con tutta probabilità, verrà battezzata con i loro nomi. Per il momento questo oggetto fatto di polvere ghiaccio e roccia viene indicato con una sigla alquanto difficile da ricordare: C/2012 S1 (ISON) e, per il momento, non è altro che un debole punto luminoso al di là dell’orbita di Giove. Ma le cose cambieranno il prossimo anno: quando la cometa si sarà spinta più vicino al Sole forse potremo ammirarla con i nostri occhi. Certo non è possibile fare previsioni accurate: sarà molto brillante ma anche molto vicina alla nostra stella che, con la sua luminosità, farà da ostacolo a chi la voglia osservare. La cometa si avvicinerà al Sole, gli passerà dietro rispetto a noi che la osserviamo e poi ricomparirà dalla parte opposta, dirigendosi nuovamente verso le regioni esterne del Sistema solare da dove è arrivata. Il momento più indicato per osservarla potrebbe essere proprio quello della “ricomparsa” ma il condizionale è d’obbligo, il rendez vous con il Sole potrebbe mandarla in frantumi o anche dissolverla e in quel caso, potremo attendere e aguzzare la vista, ma non ci sarà nulla da vedere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...